27 Settembre: San Vincenzo de' Paoli (Biografia dialogata)



San Vincenzo de' Paoli (27 settembre) 
«Dio ama i poveri, e, per conseguenza, ama quelli che amano i poveri.. Quando andiamo a visitarli, cerchiamo di capirli per soffrire con loro.. Il servizio ai poveri deve essere preferito a tutto. Non ci devono essere ritardi. Se nell’ora dell’orazione avete da portare una medicina o un soccorso a un povero, andatevi tranquillamente.. Non è lasciare Dio, quando si lascia Dio per Iddio.. La carità è superiore a tutte le regole.. E’ una grande signora: bisogna fare ciò che comanda.. Serviamo dunque con rinnovato amore i poveri e cerchiamo i più abbandonati. Essi sono i nostri signori e padroni». Queste poche righe, tratte dall’Ufficio delle Letture che la liturgia ci propone oggi, tratteggiano mirabilmente la figura di San Vincenzo de’ Paoli. 

La sua santità percorse dunque i binari della povertà, un po’ come avvenne per san Francesco.
Non proprio, nel senso che, mentre il “Poverello d’Assisi” scelse ad esempio di non avere a che fare col denaro né con alcuna forma di possesso, si dice che nelle mani di Vincenzo passasse più denaro che in quelle del ministro delle Finanze! Non rifiutava cioè il denaro in quanto tale, ma se ne serviva per i poveri. Amava dire inoltre: «Amiamo Dio.. ma amiamolo a nostre spese, con la fatica delle nostre braccia, col sudore del nostro volto».   

Cosa sappiamo di lui?
Nato nel 1581 a Pouy, in Francia, dopo aver lavorato come guardiano dei porci divenne prete ad appena 19 anni. Nel luglio del 1605, durante un viaggio per mare, fu catturato da una nave pirata turca e, portato a Tunisi, venne venduto come schiavo. Riuscì a scappare in modo rocambolesco, assieme all’ultimo dei tre padroni che aveva avuto, tra l’altro dopo averlo convertito. Ma, sia detto francamente, il nostro Vincenzo fino a questo momento aveva un solo obiettivo, quello di far carriera ecclesiastica e di sistemarsi economicamente. Fatto che, seppur oggi possa scandalizzarci, al tempo era cosa abbastanza diffusa. Con tale scopo conseguì la licenza in Diritto Canonico. Era l’anno 1623. 

Ci fu dunque una svolta nella sua vita.
Monsieur Vincent, così lo chiamavano, si convertì – letteralmente “cambiò modo di pensare”, dunque di agire – probabilmente nel gennaio del 1617 quando, confessando un anziano contadino che stava per morire, si rese conto dell’abbandono, soprattutto spirituale, in cui versavano le campagne del suo tempo. Egli, già prete da 17 anni, sentì chiaramente la voce del Signore, che lo chiamava nel volto dei poveri. Un altro momento chiave della sua conversione è fissato in una preghiera, da lui messa per iscritto: «Mi rivolsi a Nostro Signore e gli chiesi di cambiare il mio carattere aspro e scostante e di concedermi un animo mansueto e benigno». Già, perché il nostro Vincenzo aveva quel che si suol dire un “pessimo caratteraccio”. È così sfatato il luogo comune che vuole che tutto possa cambiare, tranne il carattere!

E tale conversione si tradusse in tanto bene per molti..
La mole caritativa da lui prodotta, che ha davvero dell’incredibile, si può sintetizzare nelle quattro istituzioni, o “carità”, a cui diede vita: la confraternita delle Dame della Carità; i Servi dei Poveri; la Congregazione dei Preti della Missione (meglio conosciuti come “Lazzaristi”, incaricati di formare i futuri preti e di organizzare omelie più adatte alla gente non colta); e, insieme a santa Luisa de Marrillac, le Figlie della Carità, in origine ragazze di campagna, desiderose di consacrarsi al servizio dei poveri, conosciute fino al Concilio Vaticano II col nome di “Cappellone”, per via dell’enorme copricapo che portavano.

Una figura, la sua, molto simile a quella di san Filippo Neri.
Per certi versi sì, anche perché fu promotore di bene nella città di Parigi quanto Filippo lo fu in quella di Roma, ma le fonti d’ispirazione della sua spiritualità furono altre: anzitutto il Cardinal de Bérulle, suo padre spirituale per circa dieci anni, l’amico Francesco di Sales e Ignazio di Loyola.      

«O Dio, che hai dato al tuo presbitero san Vincenzo de’ Paoli la grazia di conformare la sua vita al mistero che presiedeva, per la potenza del sacrificio eucaristico trasforma anche noi in offerta pura a te gradita» (cfr. Preghiera sulle offerte della Messa). 

Recita
Vittoria Salvatori, Martina Pasini

Musica di sottofondo
Arrangiamento musicale di Gabriele Fabbri

Che giorno fa? (Memorie) 3 Dicembre: San Francesco Saverio (Biografia dialogata) 6 Dicembre: San Nicola di Bari (Biografia dialogata) 7 Dicembre: Sant'Ambrogio vescovo (Biografia dialogata) 13 Dicembre : Santa Lucia (Biografia dialogata) 14 Dicembre : San Giovanni della Croce (Biografia dialogata) 2 Gennaio: Santi Basilio Magno e Gregorio Nazianzeno (Biografia dialogata) 17 Gennaio: Sant'Antonio abate (Biografia dialogata) 21 Gennaio: Sant'Agnese (Biografia dialogata) 24 Gennaio: San Francesco di Sales (Biografia dialogata) 26 Gennaio: Santi Timoteo e Tito (Biografia dialogata) 28 Gennaio: San Tommaso d'Aquino (Biografia dialogata) 31 Gennaio: San Giovanni Bosco (Biografia dialogata) 5 Febbraio: Sant'Agata (Biografia dialogata) 6 Febbraio: San Paolo Miki e compagni (Biografia dialogata) 10 Febbraio: Santa Scolastica (Biografia dialogata) 23 Febbraio: San Policarpo (Biografia dialogata) 7 Marzo: Sante Perpetua e Felicita (Biografia dialogata) 11 Aprile: San Stanislao (Biografia dialogata) 2 Maggio: Sant'Atanasio (Biografia dialogata) Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa: Lunedì dopo Pentecoste 26 Maggio: San Filippo Neri (Biografia dialogata) 1 Giugno: San Giustino (Biografia dialogata) 3 Giugno: San Carlo Lwanga e compagni martiri 5 Giugno: San Bonifacio (Biografia dialogata) 11 Giugno: San Bàrnaba (Biografia dialogata) 13 Giugno: Sant'Antonio di Padova (Biografia dialogata) 21 Giugno: San Luigi Gonzaga (Biografia dialogata) 28 Giugno: Sant'Ireneo di Lione (Biografia dialogata) 12 Giugno: Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria (Catechesi dialogata) 15 Luglio: San Bonaventura (Biografia dialogata) 26 Luglio: Santi Gioacchino e Anna (Biografia dialogata) 29 Luglio: Santa Marta (Biografia dialogata) 31 Luglio: Sant'Ignazio di Loyola (Biografia dialogata) 1 Agosto: Sant'Alfonso Maria de' Liguori (Biografia dialogata) 4 Agosto: San Giovanni Maria Vianney (Biografia dialogata) 8 Agosto: San Domenico (Biografia dialogata) 11 Agosto: Santa Chiara (Biografia dialogata) 14 Agosto: San Massimiliano Maria Kolbe (Biografia dialogata) 20 Agosto: San Bernardo abate (Biografia dialogata) 21 Agosto: San Pio X (Biografia dialogata) 22 Agosto: Beata Maria Vergine Regina (Catechesi dialogata) 27 Agosto: Santa Monica (Biografia dialogata) 28 Agosto: Sant'Agostino (Biografia dialogata) 29 Agosto: Martirio di San Giovanni Battista (Catechesi dialogata) 3 Settembre: San Gregorio Magno (Biografia dialogata) 13 Settembre: San Giovanni Crisostomo (Biografia dialogata) 15 Settembre: Beata Vergine Maria Addolorata (Catechesi dialogata) 16 Settembre: Santi Cornelio e Cipriano (Biografia dialogata) 20 Settembre: Santi Andrea Kim e Paolo Chong e compagni (Biografia dialogata) 23 Settembre: San Pio da Pietrelcina (Biografia dialogata) 27 Settembre: San Vincenzo de' Paoli (Biografia dialogata) 30 Settembre: San Girolamo (Biografia dialogata) 1 Ottobre: Santa Teresa di Gesù Bambino (Biografia dialogata) 2 Ottobre: Santi Angeli Custodi (Catechesi dialogata) 7 Ottobre: Beata Vergine del Rosario (Catechesi dialogata) 15 Ottobre: Santa Teresa d'Avila (Biografia dialogata) 17 Ottobre: Sant'Ignazio di Antiochia (Biografia dialogata) 4 Novembre: San Carlo Borromeo (Biografia dialogata) 10 Novembre: San Leone Magno (Biografia dialogata) 11 Novembre: San Martino di Tours (Biografia dialogata) 12 Novembre: San Giosafat (Biografia dialogata) 17 Novembre: Santa Elisabetta d'Ungheria (Biografia dialogata) 21 Novembre: Presentazione della Beata Vergine Maria (Catechesi dialogata) 22 Novembre: Santa Cecilia (Biografia dialogata) 24 Novembre: Sant'Andrea Dung-Lac e compagni martiri (Biografia dialogata)

Scarica la nostra App su