21 Gennaio: Sant'Agnese (Biografia dialogata)



Sant'Agnese (21 Gennaio)
Chi visita Roma non può far a meno di passare da piazza Navona, in pieno centro. Fatta costruire dalla famiglia Pamphili in stile monumentale, riprende la forma di uno stadio in cui si esibivano gli atleti, poiché sorta in quello che nell’antichità era proprio lo Stadio di Domiziano, eretto nell’anno 85 d.C. Lungo 276 metri e largo 106, poteva ospitare più di 30.000 persone, più o meno l’intera popolazione di Riccione.

Ma questo cosa c’entra con la santa che la Chiesa festeggia quest’oggi?
Oltre a palazzo Pamphili e alle fontane del Moro, del Nettuno e dei Quattro fiumi, la sua fama è dovuta alla chiesa di Sant’Agnese in Agone, eretta sul luogo in cui la piccola martire dodicenne giurò fedeltà a Cristo. Le tradizioni che ci tramandano questo momento sono in particolare due: una greca, alla quale si attenne papa Damaso, secondo il quale la giovane morì al rogo; l’altra latina, legata al poeta Prudenzio, secondo cui Agnese venne decapitata con un colpo di spada.

Per quale ragione fu uccisa?
Siamo nel terzo secolo, ancora in un periodo di feroci persecuzioni contro i cristiani. L’imperatore Diocleziano (284-305 d.C.) voleva riportare i romani ai fasti del passato, e desiderava che il popolo adorasse lui e i suoi tre collaboratori , i Tetrarchi, come vere e proprie divinità. Fra lui e il suo delirante obiettivo c’erano però i cristiani, ai quali impose di sacrificare agli dei, pena la morte. La maggior parte di questi tuttavia non volle piegarsi all’Imperatore, e fra coloro che pagarono col sangue la loro fede ci sono il soldato Sebastiano, Pancrazio, Gennaro, la siracusana Lucia, Nereo e Achilleo, Giorgio, i medici Cosma e Damiano, ecc.. santi meravigliosi che splendono come una corona sul capo della Chiesa.

Quindi anche Agnese fu vittima di questa violenta persecuzione..
Esattamente. Figlia di ricchi possidenti cristiani, la giovane crebbe in una casa sui quali resti, oggi, con molta probabilità sorge uno dei più celebri Seminari di Roma, il Capranica, di cui la martire è ovviamente patrona. La sua gioventù venne affiancata da quella di un’altra futura santa, Emerenziana, l’amica più cara nonché figlia della nutrice di Agnese. Quest’ultima promise fin da piccola il suo cuore a Gesù, unico sposo cui dedicarsi anima e corpo. Ma gli spasimanti, nonostante la sua giovane età, erano davvero numerosi. Agnese era infatti molto bella. Uno di questi però – il figlio del prefetto Sinfronio – non volle arrendersi al progetto verginale della giovane e, saputo che era cristiana, di fronte all’ennesimo rifiuto la consegnò al padre.

Cosa accadde di preciso?
Il prefetto, che al tempo aveva già condannato diversi cristiani, esitò in un primo momento, tentando di far cambiare idea a quella che sarebbe potuta diventare la sposa del figlio. Agnese fu però irremovibile: l’unico sposo era per lei Gesù! Sinfronio allora, constatata la cocciutaggine della dodicenne, volle fare a modo suo: «se vuol essere vergine – pensò tra sé – lo sarà come dico io!». E la affidò alle Vestali, un gruppo di sacerdotesse che consacravano la propria verginità al servizio degli dèi pagani. Le impose quindi di sacrificare incenso alla dea Vesta. Ma anche in questo caso la giovane fu irremovibile. Trascinata dai soldati totalmente nuda per le vie della città (una leggenda narra che le si allungarono miracolosamente i capelli per coprirla), fu oggetto di scherno da parte dello stesso figlio del prefetto, che, accecato dal rifiuto, tentò di farle del male, ma cadde a terra fulminato (mentre secondo un’altra versione perse la vista). Agnese però pregò il Signore affinché lo assistesse!

Che splendido esempio di misericordia, ricorda quello di un’altra santa dopo di lei..
È proprio così, l’immagine non può che rimandarci alla vicenda di Maria Goretti, che nei primi del ‘900 perdonò, anche lei dodicenne e in punto di morte, il giovane che poche ore prima l’aveva colpita con un punteruolo. Un giovane che, come il figlio del prefetto, non aveva accettato di farsi da parte di fronte ad uno Spasimante più illustre di lui..

Come mai l’iconografia ci mostra spesso Agnese con un agnellino in braccio?
Le ragioni sono due: in primis il suo stesso nome, dal greco agnós, agné, “puro, casto”, da cui deriva il latino agnus, “agnello”. In secondo luogo per via di una bella tradizione: ancora oggi, il 21 gennaio, il papa dona agli Arcivescovi metropoliti – come simboli della loro dignità di pastori – dei palli, fasce di lana bianca con due lembi, decorate con croci di seta nere. Gli agnelli utilizzati per ricavare questi paramenti sacri vengono allevati nel convento delle Tre Fontane a Roma e tosati nel monastero di Santa Cecilia in Trastevere, dalle monache benedettine, che svolgono quest’attività dal 1527.

Dove si trovano le reliquie della martire?
A Roma, insieme a quelle dell’amica Emerenziana, nella basilica di Sant’Agnese fuori le mura, edificata nel 342 sulle catacombe in cui la giovane era stata inizialmente sepolta. Il suo cranio, invece, si trova oggi nella già citata chiesa di piazza Navona, proprio là dove Domiziano la mise nelle condizioni di celebrare le sue nozze eterne con Gesù.

«Dio onnipotente ed eterno, che scegli le creature miti e deboli per confondere le potenze del mondo, concedi a noi, che celebriamo la nascita al cielo di sant’Agnese vergine e martire, di imitare la sua eroica costanza nella fede» (preghiera Colletta della Messa propria).

Recita
Giulia Tomassini, Cristian Messina

Musica di sottofondo
Arrangiamento musicale di Gabriele Fabbri

Che giorno fa? (Memorie) 3 Dicembre: San Francesco Saverio (Biografia dialogata) 6 Dicembre: San Nicola di Bari (Biografia dialogata) 7 Dicembre: Sant'Ambrogio vescovo (Biografia dialogata) 13 Dicembre : Santa Lucia (Biografia dialogata) 14 Dicembre : San Giovanni della Croce (Biografia dialogata) 2 Gennaio: Santi Basilio Magno e Gregorio Nazianzeno (Biografia dialogata) 17 Gennaio: Sant'Antonio abate (Biografia dialogata) 21 Gennaio: Sant'Agnese (Biografia dialogata) 24 Gennaio: San Francesco di Sales (Biografia dialogata) 26 Gennaio: Santi Timoteo e Tito (Biografia dialogata) 28 Gennaio: San Tommaso d'Aquino (Biografia dialogata) 31 Gennaio: San Giovanni Bosco (Biografia dialogata) 5 Febbraio: Sant'Agata (Biografia dialogata) 6 Febbraio: San Paolo Miki e compagni (Biografia dialogata) 10 Febbraio: Santa Scolastica (Biografia dialogata) 23 Febbraio: San Policarpo (Biografia dialogata) 7 Marzo: Sante Perpetua e Felicita (Biografia dialogata) 11 Aprile: San Stanislao (Biografia dialogata) 2 Maggio: Sant'Atanasio (Biografia dialogata) Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa: Lunedì dopo Pentecoste 26 Maggio: San Filippo Neri (Biografia dialogata) 1 Giugno: San Giustino (Biografia dialogata) 3 Giugno: San Carlo Lwanga e compagni martiri 5 Giugno: San Bonifacio (Biografia dialogata) 11 Giugno: San Bàrnaba (Biografia dialogata) 13 Giugno: Sant'Antonio di Padova (Biografia dialogata) 21 Giugno: San Luigi Gonzaga (Biografia dialogata) 28 Giugno: Sant'Ireneo di Lione (Biografia dialogata) 12 Giugno: Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria (Catechesi dialogata) 15 Luglio: San Bonaventura (Biografia dialogata) 26 Luglio: Santi Gioacchino e Anna (Biografia dialogata) 29 Luglio: Santa Marta (Biografia dialogata) 31 Luglio: Sant'Ignazio di Loyola (Biografia dialogata) 1 Agosto: Sant'Alfonso Maria de' Liguori (Biografia dialogata) 4 Agosto: San Giovanni Maria Vianney (Biografia dialogata) 8 Agosto: San Domenico (Biografia dialogata) 11 Agosto: Santa Chiara (Biografia dialogata) 14 Agosto: San Massimiliano Maria Kolbe (Biografia dialogata) 20 Agosto: San Bernardo abate (Biografia dialogata) 21 Agosto: San Pio X (Biografia dialogata) 22 Agosto: Beata Maria Vergine Regina (Catechesi dialogata) 27 Agosto: Santa Monica (Biografia dialogata) 28 Agosto: Sant'Agostino (Biografia dialogata) 29 Agosto: Martirio di San Giovanni Battista (Catechesi dialogata) 3 Settembre: San Gregorio Magno (Biografia dialogata) 13 Settembre: San Giovanni Crisostomo (Biografia dialogata) 15 Settembre: Beata Vergine Maria Addolorata (Catechesi dialogata) 16 Settembre: Santi Cornelio e Cipriano (Biografia dialogata) 20 Settembre: Santi Andrea Kim e Paolo Chong e compagni (Biografia dialogata) 23 Settembre: San Pio da Pietrelcina (Biografia dialogata) 27 Settembre: San Vincenzo de' Paoli (Biografia dialogata) 30 Settembre: San Girolamo (Biografia dialogata) 1 Ottobre: Santa Teresa di Gesù Bambino (Biografia dialogata) 2 Ottobre: Santi Angeli Custodi (Catechesi dialogata) 7 Ottobre: Beata Vergine del Rosario (Catechesi dialogata) 15 Ottobre: Santa Teresa d'Avila (Biografia dialogata) 17 Ottobre: Sant'Ignazio di Antiochia (Biografia dialogata) 4 Novembre: San Carlo Borromeo (Biografia dialogata) 10 Novembre: San Leone Magno (Biografia dialogata) 11 Novembre: San Martino di Tours (Biografia dialogata) 12 Novembre: San Giosafat (Biografia dialogata) 17 Novembre: Santa Elisabetta d'Ungheria (Biografia dialogata) 21 Novembre: Presentazione della Beata Vergine Maria (Catechesi dialogata) 22 Novembre: Santa Cecilia (Biografia dialogata) 24 Novembre: Sant'Andrea Dung-Lac e compagni martiri (Biografia dialogata)

Scarica la nostra App su