La preghiera per la Pace ad Assisi (20 Settembre 2016)

Papa Francesco: guerra non è mai santa, credenti siano artigiani di pace

La preghiera e l’impegno sono cardini per la costruzione di una famiglia di popoli, la violenza e il terrorismo si oppongono al vero spirito religioso.
Così in sintesi l’Appello per la Pace 2016 letto ad Assisi davanti ad oltre 500 leader religiosi provenienti da tutto il mondo.
“Non ci stanchiamo di ripetere che mai il nome di Dio può giustificare la violenza”, ha ribadito Papa Francesco nel suo discorso, esortando tutti ad “essere costruttori” di pace, di “cui l’umanità è assetata”. 

 

"Chi invoca il nome di Dio per giustificare il terrorismo, la violenza e la guerra, non cammina nella Sua strada: la guerra in nome della religione diventa una guerra alla religione stessa. Con ferma convinzione, ribadiamo dunque che la violenza e il terrorismo si oppongono al vero spirito religioso".

E’ questo l’appello consegnato fisicamente ai bambini dai leader religiosi venuti da ogni parte del mondo in un’Assisi stracolma di pellegrini e fedeli.
Un mandato al dialogo, all’incontro da portare a tutte le nazioni, affinché “si apra” “un nuovo tempo, in cui il mondo globalizzato diventi una famiglia di popoli”. T
rent’anni dopo la storica iniziativa voluta da San Giovanni Paolo II, la terra di San Francesco illumina ancora una volta il globo intero con la “lampada della pace”.
Tanti i momenti indimenticabili, come il sorriso del Papa ricambiato da Bartolomeo I, Patriarca Ecumenico di Costantinopoli, in un abbraccio tutto proiettato al futuro. Ripudio della violenza, dialogo, rispetto del Creato,  centralità della preghiera sono stati i cardini di questi tre giorni intensissimi riassunti e declinati nel messaggio finale.
E il Papa nel suo discorso, alla cerimonia conclusiva, riprendendo il tema dell’incontro internazionale dice che tutti “abbiamo sete di pace”:

Abbiamo sete di pace, abbiamo il desiderio di testimoniare la pace, abbiamo soprattutto bisogno di pregare per la pace, perché la pace è dono di Dio e a noi spetta invocarla, accoglierla e costruirla ogni giorno con il suo aiuto”.

 

da Radio Vaticana...

Scarica Pregaudio sul tuo smartphone
per Pregare con un'App

Pregaudio è attualmente scaricabile sia per Android che per iOS, dai relativi Store.
Clicca sui link a fianco per scoprire come!